Cerca
Filtri generici
Lo Schluchsee con l'omonima comunità
Lo Schluchsee con l'omonima comunità

Tre laghi, Schluchsee, Titisee e Mummelsee

contenuti:


Schluchsee

il Schluchsee è un bacino idrico nel Baden-Württemberg nella Foresta Nera. È anche il lago più grande della regione. Il nome deriva da tubo o gola. Questo lago era inizialmente un lago glaciale ed è anche il lago più alto della Germania. Il punto più profondo è 61 m. Nel 1932 il lago naturale dovette essere abbassato di 13 m, così fu scavato un tunnel nella roccia utilizzando un ordigno esplosivo. È stata trovata una barca (piroga), che ha dimostrato che 650 persone vivevano già lì.

Storia e turismo

Durante la seconda guerra mondiale, la diga fu probabilmente protetta con torba per tenerla al sicuro dalle bombe. Per inciso, nel 1983 il lago è stato nuovamente affondato. Per questo motivo, non puoi nuotare, pescare o navigare per cinque settimane. Negli ultimi anni ci sono stati problemi tra lo Schluchseewerk (operatore del giacimento) e la comunità. I primi sono interessati principalmente a un servizio economicamente redditizio, gli altri vogliono attrarre quanti più turisti possibile. In inverno il lago raramente si ghiaccia correttamente e non è consentito salire sul ghiaccio. Ci sono pescatori sul ghiaccio. Ai turisti piace venire qui per nuotare, immergersi e navigare. I numerosi sentieri escursionistici offrono relax Torre Riesenbühl è una destinazione popolare.

aneddoto

Nel 1982 la nazionale di calcio tedesca di Jupp Derwall venne qui per tenere il suo ritiro. Tuttavia, si dice che abbiano consumato molto alcol, ma alla fine sono stati secondi nel campionato del mondo.

Titisee

vuoto

Titisee e in primo piano la città di Titisee

il Titisee si trova come lo Schluchsee nella Foresta Nera. Ha una superficie di 1,3 km², è molto alta e il punto più profondo è di 20 M. Sulla riva nord si trova la città termale con lo stesso nome. Il Titisee è alimentato principalmente dal Seebach e drenato nell'Alto Reno. Si ritiene che l'area fosse già abitata tra il 700 e il 900 d.C. Secondo la tradizione, i bambini piccoli vengono dal lago (Teti = bambino piccolo).

Animali, piante, inverno

Ci sono molti pesci in questo lago, come il lucioperca, il triotto e la trota fario. Una pianta speciale della zona è l'orata. Dato che è abbastanza ventoso lì, il lago si congela dopo molto tempo quando fa freddo gelido. Alcune aree vengono liberate da un nucleo di ghiaccio di 16 cm.

Mummelsee

vuoto

Fotolia.de - Arthur Palmer

il Mummelsee è un cosiddetto Karsee. Si trova a 1028 m sul livello del mare su un pendio. La dimensione è di 3,7 ettari e il punto più profondo è di 18 m. Molti visitatori vengono ogni anno quando sono in vacanza nella Foresta Nera. Il lago si trova in mezzo al bosco e in montagna tra due montagne, la testa del gatto e la Hornisgrinde. Il nome può essere fatto risalire fondamentalmente alle ninfee bianche, che erano chiamate mummels. Le mummie erano anche chiamate sirene. Questa potrebbe anche essere una spiegazione.

maggiori informazioni

Lungo il Strada principale della Foresta Nera puoi trovare un hotel quasi completamente andato a fuoco nel 2008, ristoranti e negozi di souvenir. L'hotel è stato ricostruito meglio e più grande. C'è una poesia di Eduard Mörike "Die Geister am Mummelsee". Il lago compare anche nel “Simplicissimus” di Grimmelshausen. Un percorso circolare e un percorso artistico completano l'offerta turistica della regione.

Maggiori informazioni sull'argomento:
Cascate Allerheiligen, Cascate Todtnau, Cascate Triberg, Cascate Zweribach. La Foresta Nera sembra essere un vero paradiso per gli appassionati di cascate. Ci sono innumerevoli cascate nella Foresta Nera: diverse centinaia le offrono
Nella Foresta Nera, la produzione di esche o spugne da fuoco andava di pari passo con l'industria dei pennelli ai tempi in cui nessuno sapeva nulla di fiammiferi. Allora
La Foresta Nera meridionale è l'area più alta della Foresta Nera con una significativa sovratensione dai ghiacciai dell'era glaciale a sud di Friburgo-Donaueschingen. Il termine effettivo Foresta Nera è di conseguenza
La prima menzione cartografica della Foresta Nera si trova nella Tabula Peutingeriana del IV secolo. I romani chiamavano la Foresta Nera a quel tempo Marciana