Cerca
Filtri generici
Stadio SC Friburgo
Stadio SC Friburgo

Il Badnerlied

contenuti:

Il Badnerlied non è un inno nazionale ufficiale dell'ex Granducato di Baden. Sebbene le considerazioni esistessero, non furono portate oltre. Singoli passaggi di testo come "fortezza di Rastatt" indicano che il Badnerlied fu composto intorno al 1865.

Sebbene non sia un inno ufficiale, il Badnerlied è utilizzato da molti club sportivi come l'SC Friburgo, Karlsruher SC o TSG 1899 Hoffenheim nello stadio prima dell'inizio di una partita.

Testi di Badnerlied:

Il paese più bello del Gau'n tedesco,
questo è il mio paese Badner.
È così meraviglioso da guardare
e riposa nelle mani di Dio.
Ritornello:
Ecco perché ti saluto, mio ​​Badnerland,
Tu nobile perla nella terra tedesca, terra tedesca.
fresco, fresco; fresco, fresco;
fresco, fresco nel mio Badnerland.
Ad Haslach scavano il minerale d'argento,
Il vino cresce vicino a Friburgo,
belle ragazze nella Foresta Nera,
Mi piacerebbe essere un Badner.
Ecco perché ti saluto, mio ​​Badnerland,
Tu nobile perla nella terra tedesca, terra tedesca.
fresco, fresco; fresco, fresco;
fresco, fresco nel mio Badnerland.
A Karlsruhe è la residenza
a Mannheim la fabbrica.
La fortezza è a Rastatt
e questa è la felicità di Baden.
Ecco perché ti saluto, mio ​​Badnerland,
Tu nobile perla nella terra tedesca, terra tedesca.
fresco, fresco; fresco, fresco;
fresco, fresco nel mio Badnerland.
Vecchia Heidelberg, stai bene,
città ricca d'onore,
sul Neckar e sul Rheine,
nessun altro è come te.
Ecco perché ti saluto, mio ​​Badnerland,
Tu nobile perla nella terra tedesca, terra tedesca.
fresco, fresco; fresco, fresco;
fresco, fresco nel mio Badnerland.
Il contadino e il nobile
l'orgoglioso militare
si guardano amichevolmente
e questo è l'onore di Baden.
Maggiori informazioni sull'argomento:
Il geocaching è una sorta di moderna caccia al tesoro. L'insolito hobby è diventato uno sport di tendenza assoluto negli ultimi anni. L'idea è così
La Foresta Nera meridionale è una delle regioni più interessanti e belle della Germania. Che si tratti di panorami unici, profonde vallate e gole, cime innevate, frutteti in fiore e vigneti assolati,
La prima menzione cartografica della Foresta Nera si trova nella Tabula Peutingeriana del IV secolo. I romani chiamavano la Foresta Nera a quel tempo Marciana